Approfondisci

Il progressivo invecchiamento della popolazione è ormai noto a tutti, esperti e non. Ciò che colpisce maggiormente nel panorama del 21° secolo è il fatto di assistere a una ridistribuzione demografica senza precedenti, in cui entro il 2050 la proporzione di anziani tenderà a raddoppiare, passando dall’11% al 22% della popolazione totale (1). In questo contesto sociale un fenomo ulteriormente diffuso è la demenza: ricordiamo che oggi nel mondo 47 milioni di persone hanno una diagnosi di demenza.

All’interno di questo tessuto sociale, nell’ambito sanitario il tema della movimentazione manuale dei pazienti è diventata di primaria importanza tra le attività assistenziali. Dall’entrata in vigore del D.Lgs. 81/2008 e dalla pubblicazione della norma tecnica TR ISO 12296 – “Ergonomics – Manual handling of people in the healthcare sector” (giugno 2012), si è reso necessario per gli operatori continui aggiornamenti anche alla luce delle esperienze maturate negli ultimi anni in materia di movimentazione.

L’approccio Person Centred Care di T. Kitwood offre una risposta validata, completa e articolata per realizzare un servizio di cura e assistenza orientato al benessere e alla qualità di vita dell’anziano fragile. Per tradurre nella pratica l’approccio Person Centred Care è fondamentale ripensare in maniera globale il modello di cura e assistenza erogato, sviluppando competenze specialistiche di cura Person Centred nel personale e nel gruppo manageriale e adeguando e/o creando ambienti e utilizzando attrezzature dementia friendly.

Il Dementia Services Development Center (DSDC), Università di Stirling, conosciuto a livello mondiale è un centro internazionale di conoscenza e competenza dedicato a migliorare la vita delle persone affette da demenza. Per 30 anni, il DSDC ha attinto alla ricerca e alla pratica da tutto il mondo per fornire risorse complete e aggiornate sulla demenza e l’invecchiamento.
DSDC offre un servizio di consulenza di progettazione su misura per la revisione e l’accreditamento dei prodotti in relazione agli ambienti inclusivi della demenza.